Visualizzazione di 1-16 di 58988 risultati

Vocabolario Dei Desideri

«E’un sillabario, come quello del nostro Parise: ogni parola, un racconto.» **Paolo Di Paolo – Tuttolibri La Stampa**
«Eshkol Nevo maneggia i sentimenti con una disinvoltura che sorprende. Nel caso di questo *Vocabolario dei desideri* , anche più del solito.» **Paolo Di Paolo – Tuttolibri La Stampa**
«Nevo riesce a rendere visibili i desideri non solo quando sitraducono in fame erotica; li coglie anche in un semplice spostamento d’aria.» **Paolo Di Paolo – Tuttolibri La Stampa**
«Nevo, con un racconto per ogni lettera dell’alfabeto, esplora passioni, sentimenti, tradimenti e riflessioni sulla società.» **Annarita Briganti – La Repubblica**
«Questo alfabeto è un inventario della vita di tutti i giorni: l’amicizia, le coppie,il razzismo, la musica.» **Davide Frattini – La Lettura de Il Corriere della Sera**
«Sono racconti appassionati e appassionanti di incontri, amicizie, tradimenti, guerra, razzismo, perdono, sogni, di tutta quella vita che palpita e che talvolta si tiene nascosta.» **Valeria Vantaggi – Vanity Fair Italia**
A come Amore, B come Baci, C come Confessione, D come Desiderio… Sono ventisei, tante quante sono le lettere dell’alfabeto, le storie contenute in questo libro, frutto di una rubrica settimanale di grande successo tenuta da Eshkol Nevo sulle pagine di Vanity Fair. Raccolte tutte insieme, costituiscono un’opera indispensabile per i lettori dell’autore della “Simmetria dei desideri” e di “Tre piani”, un originale viaggio all’interno della costellazione dei desideri, dei sentimenti e degli impulsi da parte di uno scrittore capace di penetrare come pochi nelle pieghe più riposte dell’animo umano. C’è la F di Ferita, dove un piccolo incidente capitato in un supermercato può cambiare il significato di parole grosse come «razzismo» e «antirazzismo»; la G di Guerra, dove una Escape room diventa pretesto, per un ex-pilota, di rievocare il passato; c’è la I di Italo Calvino, in cui una passeggiata per le vie di Rondovia, una città progettata perché nessuno dei suoi abitanti si trovi a incontrare per strada un amore del passato, dà la sensazione di averla già conosciuta attraverso le pagine delle Città invisibili. Storie, dalla A alla Z, attraversate dalla «perturbante fragilità» e, insieme, dalle «ambizioni vanagloriose» (Alessandro Piperno) dei personaggi di Nevo al cospetto della forza dirompente dell’amore e del desiderio. Storie, accompagnate tutte dalle opere di Pax Paloscia – una delle maggiori protagoniste della street art contemporanea – che traducono felicemente in immagini il dizionario dei sentimenti di Eshkol Nevo. **

Vivi la tua Divinità – Rivelazioni della Nuova Energia

Cosa accadrebbe se avessimo una completa fiducia in noi stessi? Qui e ora, nell’eterno momento dell’Adesso? Cosa succederebbe alla nostra vita se assecondassimo la spinta che abbiamo dentro e che vuole giocare con l’energia in movimento? Che cambiamenti ci sarebbero se ci facessimo ispirare dall’intensità di questo momento? E soprattutto, come cambieremmo se lasciassimo andare il dramma per accogliere la nostra divinità?
In questo libro di avanguardia spirituale Adamus Saint Germain sgretola fin dalle radici le profonde convinzioni che ci fanno identificare con la nostra personalità umana. Ci aiuta a vedere con occhi nuovi la bellezza del nostro essere creatori, in una realtà costantemente permeata di abbondanza. Ci sprona, nel suo modo unico e un po’ dissacratore, a uscire dall’illusione delle limitazioni che noi stessi ci costruiamo quando viviamo il compromesso. Ci invita a seguire la chiamata che ognuno di noi sente nel cuore, perché è la chiave per ritrovare la nostra dimenticata gioia di vivere in modo totale. Ci mostra come, solo riunendo le molteplici parti del nostro Sé, sarà possibile ritrovare il perduto amore per noi stessi e colmare quel senso di nostalgia che innumerevoli volte ci accompagna.
Nell’apparente caos della nostra vita, egli semina nella nostra coscienza la certezza di navigare a gonfie vele la nuova energia, come precursori di una rinnovata maestria. Infondendo in noi un senso di umana immensità e grandezza, ci permette di accogliere il segreto per portare nella quotidianità il nostro potenziale più luminoso. **

Vivere in Zona

“La Zona funziona, ha sempre funzionato e funzionerà sempre.” Con queste parole Aronne Romano apre la nuova edizione di “Vivere in Zona” con la consapevolezza, consolidata in vent’anni d’esperienza, che la Zona è il regime alimentare più adatto per rimettersi in forma e mantenersi in salute. Un libro per chiunque abbia a cuore il benessere del proprio corpo, che ci spiega come e perché la Zona è un metodo alimentare intramontabile, attraverso le testimonianze dei primi sportivi che lo hanno sperimentato e che hanno visto le loro prestazioni migliorare in brevissimo tempo, e le esperienze dei pazienti che il dottor Romano ha seguito nel tempo e che si sono liberati, insieme ai chili di troppo, di emicranie, pressione alta e altri fastidiosi disturbi. E grazie alle ricette di Memo Romano, chef dall’esperienza pluriennale, impariamo anche a portare in tavola ogni giorno le ricette semplici e gustose della Zona, aggiornate alle ultime ricerche, per stuzzicare il palato e la creatività in cucina. **

Vivere

Nel cuore dell’inverno e senza ossigeno, il 25 gennaio 2018, Élisabeth Revol e il suo compagno di cordata Tomasz (Tomek) Mackiewicz raggiungono la cima del Nanga Parbat. È la loro vittoria, a lungo sognata, sulla «mangiauomini», l’enorme piramide di roccia e ghiaccio che culmina a 8125 metri, in Pakistan: la sfida, il sogno, l’obiettivo di tanti alpinisti.
Ma l’euforia della vetta svanisce in un attimo, e l’avventura si trasforma in incubo: Tomek non ci vede più, è disorientato.
Come possono sperare di sopravvivere, di riuscire a lasciarsi alle spalle quella «zona della morte» dove l’ossigeno è così rarefatto che mettere un piede davanti all’altro diventa uno sforzo sovrumano? In un luogo della terra dove il freddo e il vento sono così estremi da rendere il congelamento un’eventualità che può diventare reale in ogni istante?
Con questo libro, Élisabeth Revol racconta la sua tragedia. La sua versione dei fatti, che giunge dopo le mille parole che il mondo ha speso per commentare gli eventi e le operazioni di soccorso, eroicamente condotte da Adam Bielecki e Denis Urubko, i «gladiatori dei ghiacci». Affronta con l’arma della parola i ricordi, il terrore e l’imminenza della morte, le scelte fatali che ha dovuto compiere a ogni passo, l’angoscia, il senso di colpa per essere sopravvissuta da sola.
Un libro che unisce la potenza del racconto, la sua forza catartica, con l’emozione dell’omaggio a Tomek, l’amico e compagno di cordata. E il ringraziamento, a lui, «per essere stato quello che è stato». Indimenticabile. **

Viva la muerte!

Per le passioni intense e la faziosità violenta che suscitò e per il coinvolgimento ideologico che caratterizzò i due schieramenti contrapposti, la guerra civile di Spagna fu diversa da tutte le altre e presto degenerò in una inaudita matanza cui l’Europa assistette impotente e inorridita. Mentre migliaia di volontari antifascisti affluirono in territorio iberico per costituire le Brigate internazionali, l’appoggio dell’Italia fascista e della Germania nazista al capo degli insorti, Franco, e l’intervento dell’Unione Sovietica in aiuto dei repubblicani trasformarono presto il conflitto in uno scontro tra fascismo e comunismo. Ricostruendo gli eventi in modo obiettivo e sfrondandoli da ogni sovrastruttura ideologica, Arrigo Petacco rievoca gli epici trentadue mesi di lotta, dal luglio 1936 all’aprile 1939, con tutte le implicazioni politiche che li contraddistinsero, soffermandosi in particolare sulla partecipazione degli italiani che combatterono sui due fronti, senza trascurare i meriti spesso sottaciuti di tanti compatrioti antifascisti diventati in seguito scomodi testimoni e quindi vittime delle purghe comuniste.

Virginia

Virginia è una donna maliziosa, crudele, misteriosa. Vive attraverso le voci degli uomini che l’hanno veduta, sfiorata, amata. E il romanzo che la vede protagonista non è un romanzo di genere: non un giallo, anche se c’è un omicidio-suicidio, non un romanzo storico, anche se in gran parte ambientato nel ’26. E’ una storia iniziatica, poiché racconta le prime esperienze amorose del giovane Filippo Taluto, detto Fifì. Ma è anche una storia di maturità, di gioia e di delusione, intorno al rapporto uomo-donna, dai sedici agli ottanta anni. **

Villa Ventosa

I numerosi lettori di «Lo diciamo a Liddy?» sanno che nessuno più di Anne Fine ha la sovrana capacità di raccontare i legami familiari, soprattutto nei loro aspetti sordidi e inconfessabili. Questa volta al centro non c’è solo un gruppo di parenti, ma un luogo che in qualche modo è l’emblema di tutti loro: Villa Ventosa, una dimora di campagna circondata da un incantevole parco che viene sistematicamente devastato dalla furia della padrona di casa, l’eccentrica Lilith Collett, che nella sua vita ha detestato ogni istante in cui ha dovuto essere madre. Ma per i quattro figli viene il momento della rivolta, complici l’omosessualità di William e il promesso sposo di Barbara, un seducente cameriere spagnolo dall’improbabile nome di Miguel Ángel Arqueso Algarón Perz de Vega. Tanto basta perché si scateni una trascinante sequenza di eventi comici, dove l’arte di Anne Fine ci induce ad appassionarci ai segreti e alle disavventure di tutti i membri della famiglia senza che quasi ce ne accorgiamo, avvinti come siamo dalla pirotecnia di equivoci, ricatti e doppi giochi che scandisce ogni pagina.
Villa Ventosa è apparso per la prima volta nel 1994. **

Vento Dell’Est, Vento Dell’Ovest

Venti di trasformazione agitano la Cina all’alba del secolo XX, suscitando contrasti tra tradizione e innovazione, rispetto per l’antico e l’irrompere di una mentalità diversa. Educata secondo i precetti dell’Oriente e data in sposa a un giovane che ha studiato all’estero e rifiuta i valori del passato, Kwei-lan accetta di abbandonare a poco a poco le sue certezze, imparando così ad amare e a essere amata. Speculare alla sua è la storia del fratello, ribelle in nome di una moderna libertà di sentimenti, che ha studiato oltremare e al ritorno in Cina porta con sé la moglie americana. L’ostilità della grande famiglia e l’ostinazione del giovane provocano dolore e fratture, ma anche profonde trasformazioni che condurranno a un diverso incontro fra i due mondi. La nuova traduzione del romanzo d’esordio (1930) di Pearl S. Buck, prima scrittrice americana a vincere il Nobel, è qui accompagnata da una postfazione che racconta la prima parte, trascorsa in Cina, della sua vita che si svolse anch’essa tra la fine di un mondo, quello dell’antico impero ormai agonizzante, e il sorgere turbolento di una nuova epoca.

Veleni ed avvelenamenti

Il testo qui presentato come ristampa anastatica sull’originale pubblicato nel 1897 per la serie dei manuali Hoepli è il famoso manuale sui veleni e gli avvelenamenti del dott. Ferraris, che rappresenta una eccellente opera di sintesi sui principali veleni divisi per tipologia di effetti sull’organismo, un libro chiaro ed essenziale, che non può certamente mancare nella biblioteca dell’appassionato. (20 illustrazioni nel testo) **

Vedere Ad Arte

In occasione dell’ottantesimo compleanno di Paolo Fabbri, questo libro raccoglie le sue riflessioni e analisi sulle arti e sugli artisti contemporanei. Valerio Adami, Giovanni Anceschi, Antonin Artaud, Nanni Balestrini, Matthew Barney, Gianfranco Baruchello, Christian Boltanski, Enrico Castellani, Maurizio Cattelan, Giorgio De Chirico, Luciano Fabro, Federico Fellini, Luigi Ghirri, Alfredo Jaar, Paul Klee, Joseph Kosuth, Jannis Kounellis, Barbara Kruger, Jean-Jacques Lebel, Luigi Mattei, Eliseo Mattiacci, Fabio Mauri, Renato Meneghetti, Maurizio Mochetti, Ugo Mulas, Bruce Nauman, Nunzio, Claudio Parmiggiani, Michelangelo Pistoletto, Arnaldo Pomodoro, Studio Azzurro, Mimmo Rotella, Pietro Ruffo, Alberto Savinio, Emilio Tadini, Grazia Toderi, Bill Viola, Gilberto Zorio sono spiegati con capacità di intravisione. Qui le domande sono rivolte non agli artisti ma alle loro opere, a pitture, sculture, fotografie, décollage, installazioni, video, performance che con Fabbri si schiudono e danno risposte illuminanti. È il metodo semiotico alla prova del nove, per gli scettici, per i curiosi, per chi continua a imparare da lui.

Ustica

Quarant’anni fa, il 27 giugno del 1980, un aereo di linea in volo da Bologna a Palermo si inabissava misteriosamente al largo dell’isola di Ustica. Ottantuno persone perdono la vita in una strage i cui autori, nonostante innumerevoli indagini e processi, restano ancora ‘ignoti’. Una ricostruzione storica per andare oltre le verità giudiziarie.

Uomini nudi a go-go

Lisa è una giovane pittrice che ama dipingere uomini nudi di schiena, ritratti con grande forza, ricchi di colore e di movimento. Per pagarsi l’affitto, i miseri pasti a base di spinaci surgelati, e, naturalmente, gli amati colori a olio, dà lezioni di tedesco agli stranieri. Un giorno vede esposto in una galleria un ritratto che aveva regalato al fratello avvocato, Adrian, per il suo nuovo studio. L’odiosa fidanzata di lui l’ha convinto a metterlo in vendita, ritenendolo osceno e volgare. Ma la cosa più sconvolgente per Lisa è vedere una ricca signora snob acquistarlo per una cifra molto alta e sentire il gallerista tessere le lodi del misterioso autore, un giovane promettente pittore. **

Uno Spot Ci Salverà

**L’EPOCA D’ORO DELLA PUBBLICITÀ ITALIANA NELLA VOCE DEL SUO GRANDE PROTAGONISTA**
*Come e perché la pubblicità ha cambiato (e cambierà) la storia economica italiana*
Giulio Malgara, imprenditore, manager e profeta del marketing di largo consumo in Italia, ha sempre avuto una fede granitica nella pubblicità ed è stato grande protagonista del suo boom negli anni Ottanta e Novanta.
Grazie alla pubblicità, soprattutto televisiva, all’epoca le marche ci mettevano la faccia: facevano promesse di qualità e convenienza che poi dovevano mantenere. Ma l’avvento dei supermercati e, in seguito, del commercio elettronico e dei social media ha compromesso questo rapporto diretto con le persone.
La pubblicità “benedetta” che Malgara ha sempre promosso e difeso, e che è stata decisiva per lo sviluppo economico italiano, puntava a sedurre i consumatori in modo trasparente e rispettoso, toccando le giuste corde emotive e intercettando le tendenze del momento. Basti pensare ai suoi cavalli di battaglia, ancora oggi impressi nella memoria collettiva del Paese: Nino Castelnuovo che salta la staccionata e poi condisce i suoi piatti con l’Olio Cuore; il Gatorade ai Mondiali di Italia ’90; la Levissima di Reinhold Messner; l’avventura di Ambrogio Fogar e del cane Armaduk al Polo Nord, sponsorizzata da Fido Cane. E tanti altri.
Adesso invece imperversano gli “influencer”, che di fatto imbrogliano il pubblico, facendo così peggiorare la qualità e varietà dei prodotti. A pagarne le conseguenze sono gli inserzionisti, oltre che i consumatori.
In questo libro Malgara riflette sul declino della pubblicità e, con franchezza, su quello suo personale, tracciando la traiettoria di una vita straordinaria che si intreccia con la storia d’Italia e raccontando fin nei dettagli più sorprendenti gli incontri con Raul Gardini, Silvio Berlusconi, Gianni Agnelli, presidenti del Consiglio, grandi banchieri, atleti, attori, giornalisti. Ma è senza troppe nostalgie che Malgara guarda al futuro, convinto che presto qualcosa cambierà, in meglio. Perché *Uno spot ci salverà.*

Una Vacanza Sotto Le Stelle

**Una notte magica sotto un cielo stellato può cambiare la tua vita**
Daisy ha avuto un anno difficile: sta cercando di superare la perdita di sua madre e si sente imprigionata da un lavoro che detesta. Ha decisamente bisogno di una pausa. Così, coglie l’occasione del trentesimo compleanno del fidanzato Toby, per proporgli una fuga estiva: un viaggio romantico è proprio il tipo di distrazione che le serve, e poi stare un po’ da soli lontani da tutto e da tutti farà di certo bene anche al loro rapporto. E così prenota una “tenda” in un campeggio di lusso: alla sola idea di lunghe passeggiate nella natura e notti stellate si sente meglio. C’è un unico problema: non aveva considerato che Toby detesta stare all’aria aperta, preferisce di gran lunga rimanere appiccicato allo schermo del suo portatile. E adesso che ha bisogno del suo supporto, Daisy comincia a chiedersi se sia la persona giusta… Specialmente perché non riesce a togliersi dalla testa un affascinante sconosciuto incontrato una notte in riva al lago.
**Una notte magica sotto il cielo stellato può cambiare tutto**
«Una storia romantica che profuma di fiori di campo ed erba tagliata.»
«Daisy è una protagonista dolcissima e divertente, la perfetta compagna di viaggio per un romanzo indimenticabile.»
«Non riuscivo a staccarmi da queste pagine.»
**Catherine Ferguson**
Ha cominciato a scrivere all’età di nove anni, quando lasciava racconti anonimi nella cassetta delle lettere per suo fratello. L’amore per le storie non l’ha mai abbandonata e così, dopo aver studiato Letteratura inglese all’università, si è dedicata alla scrittura a tempo pieno. La Newton Compton ha pubblicato *Il Natale delle seconde possibilità* e *Una vacanza sotto le stelle*. **

Una Sorprendente Proposta

Un’offerta interessante…
Cryssie Rowe conosce perfettamente i tipi alla Jed Hunter: ricchi, spietati, e totalmente abituati a vedere le donne cadere ai loro piedi. Ma quando Jed rileva l’attività nella quale lei è impiegata, e le offre il posto di sua assistente personale, Cryssie non può fare a meno di accettare quella proposta allettante e pericolosa al tempo stesso. Lavorare a stretto contatto con Jed si rivela essere molto più piacevole del previsto: dietro la facciata dello spietato uomo d’affari, infatti, si nasconde un uomo dolce e appassionato, che saprà sorprendere Cryssie con una seconda, e ancor più sconvolgente proposta.