Le voci di dopo

Come cucinare un “maiale” pensante?… Perchè l’umanità si trasforma in una colonia di esseri striscianti?… Come passare da un’economia “ duplicativa” ad una creativa?… Quali sono i pericoli del “commercio temporale”?… Quali insidie nasconde il “gioco della guerra”?… Chi e Benny Cemoli?… Come fare per vincere una guerra già perduta prima di combatterla?… Come richiamare da un misterioso “altrove” una riluttante Euridice?… A chi appartengono le “voci” misteriose che giungono dallo spazio e che si odono in ogni televisore, in ogni radio, in ogni telefono? I problemi paradosso sono una caratteristica della narrativa di Philip K. Dick, l’autore che l’inglese John Brunner ha definito “il genio fantascientifico più pervicacemente brillante nel mondo”. Questa raccolta di romanzi brevi e racconti presenta il meglio della produzione di Dick negli Anni Cinquanta e Sessanta: il suo “periodo d?oro”, nel quale fondò un vero e proprio nuovo stile nel racconto di science fiction (un genere, nonostante le apparenze, a lui assai più congeniale del romanzo). E’ stato lo stesso Dick a scegliere per questo denso volume (e per quello che gli farà seguito) la parte più rappresentativa, in assoluto, della sua produzione letteraria.

Only registered users can download this free product.