La voce degli angeli

Joseph Calvin Vaughan ha dodici anni quando, nell’estate del 1939, sua madre lo prende da parte e gli dice che suo padre è morto di «reumatismo cardiaco». Come un vero figlio del Sud Joseph scaccia subito le lacrime, ma in cuor suo sa che non è stato il reumatismo a portarsi via suo padre, bensì la Morte, arrivata di soppiatto a High Road. Il 3 novembre 1939, perciò, quando in fondo a High Road viene ritrovato il corpo nudo di Alice Ruth Van Horne, Joseph sa subito che la Morte è venuta a prendere anche lei. Per Joseph, la Morte, gelida e spassionata, efficiente e metodica, ha deciso di riscuotere le imposte della vita ad Augusta Falls, ma per lo sceriffo Haynes Dearing la fine di Alice Van Horne è soltanto un orrendo crimine. Per nove mesi le raccomandazioni di Dearing sembrano funzionare, l’omicidio della ragazzina appare come un brutto sogno, un delitto consumato altrove e non nel seno della comunità. Il 9 agosto del 1940, però, a Silco, nella contea di Camden, Laverna Stowell, una bambina di nove anni, viene ritrovata proprio come Alice Ruth Van Horne, con indosso soltanto i calzini e una scarpa, al piede destro. L’anno dopo è il turno di Ellen May Levine, sette anni, denudata e percossa prima di essere uccisa. Spinto dalla paura e dalla necessità di reagire in qualche forma, Joseph Vaughan fonda coi suoi amici gli «Angeli Custodi», una specie di società segreta, volta a proteggere le bambine di Augusta Falls. Il confronto, però, è impari e i ragazzi assistono impotenti alla morte delle loro compagne, una dopo l’altra. La piccola comunità è devastata dai crimini e, anche quando gli omicidi cessano, il fantasma della Morte continua a perseguitare Joseph Vaughan. Occorreranno quindici lunghi anni prima che il capitolo finale della vicenda si dispieghi e Joseph affronti l’incubo che ha segnato la sua adolescenza e la sua vita.

Only registered users can download this free product.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La voce degli angeli”