Il gioiello che era nostro

Nella camera 310 del Randolph, un lussuoso albergo storico di Oxford, un’anziana turista californiana viene rinvenuta morta, e la borsetta in cui custodiva un inestimabile gioiello antico destinato al museo Ashmolean è sparita. Ma il parere dei patologi è unanime: si è trattato di un semplice infarto. In più, a quanto pare, la porta della camera era stata lasciata aperta, sicché il furto non sembra troppo difficile da spiegare. Neppure la fervida immaginazione di Morse può trasformare la tragica banalità degli eventi in un’indagine stuzzicante. Quando l’ispettore capo, già annoiato, decide di rifilare gli interrogatori di prassi al povero Lewis e di tornarsene alla sinfonia n. 7 di Bruckner, un altro corpo affiora dalle acque del Cherwell, e questa volta le cause naturali non c’entrano proprio…

Only registered users can download this free product.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il gioiello che era nostro”