I signori del cielo

Che cos’è un popolo senza memoria? Meno ancora dell’ombra di sé stesso. Ecco perché a Dharbek esistono gli Mnemonikos, cui è affidata la memorizzazione e tradizione orale della storia e dei miti. E Daviot non poteva che diventare uno di essi dopo che la visione di un vascello volante dei cavalieri Kho’rabi – il braccio armato dgli stregoni di Ahn-feshang – aveva così colpito la sua fantasia che, di quell’incontro, aveva dimostrato di ricordare vividamente ogni attimo, ogni dettaglio.Ma gli Mnemonikos viaggiano attraverso il paese, vedono mille cose e così Daviot scopre l’ingiustizia e la sopraffazione su cui si regge l’equilibrio del suo mondo: scopre i Mutati – animali antropomofizzati fino alle soglie della condizione umana, ma utilizzati come schiavi – e comincia a dubitare perfino della santità del perenne coflitto con i Kho’rabi, che aveva dato sempre per scontato. Ma la via che porta alla pace è solitaria e dolorosa, tolto un pugno d’amici e una donna che lo ama: è la via di un rinnegato. Troverà Daviot le risposte che cerca? Quello che è certo è che esse sono nell’estremo nord, dove si sono ritirati i Signori del Cielo, i Draghi, diventando leggenda nella terra di Dharbek.

Only registered users can download this free product.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “I signori del cielo”