Giardiniere di uomini

Robert Sheckley e uno dei rarissimi (oggi più che mai) scrittori con i quali il lettore stabilisce, istintivamente, un rapporto personale, si potrebbe dire di amicizia. Ogni suo nuovo libro è come una visita. Ah, eccolo qui, si pensa prendendolo in mano, chissà cosa mi racconterà stavolta. Il cappello di Sheckley è inesauribile, la sua tecnica così perfezionata che gli permette di toccare qualsiasi tasto, far vibrare qualsiasi corda, con una frase, con una sola parola. In questa sua ultima antologia, si va dall’atroce patetismo del primo racconto, al pirandellismo di “Il padrone, il cameriere e il cliente”; dall’umorismo un po’ ribaldo di “Raddoppio” a quello psicologico di “Cipolle e carote”; dal semplicissimo, piattissimo e sferzante “Aspetti di Langranak”, alla infinita complicazione delle “Differenze immaginarie”. Un virtuosismo prodigioso al servizio di un grande favolista.
Indice:
Giardiniere di uomini (Plague circuit)
Raddoppio (The same to you doubled)
Cipolle e carote (Cordle to Onion to Carrot)
Il dottor Zombie e i suoi piccoli amici pelosi (Doctor Zombie and His Little Furry Friends)
Parola d’ordine (The Cruel Equations)
La grattatina (Starting from Scratch)
Lo Mnemone (The Mnemone)
Viaggio organizzato (Tripout)
Note sulla percezione delle differenze immaginarie (Notes on the Perception of Immaginary Differences)
Allucinazioni (Down the Digestive Tract and into the Cosmos with Mantra, Tantra, and Specklebang)
Il padrone, il cameriere e il cliente (Pas de Trois of the Chef and the Waiter and the Customer)
Aspetti di Langranak (Aspects of Langranak)
Sente qualcosa quando faccio così? (Can you Feel Anything When I Do This?)
L’ismaele innamorato (Ishmael in love,1970) di Robert Silvelberg
Copertina di Karel Thole

Only registered users can download this free product.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Giardiniere di uomini”