Delitti in Toscana. Le verità, i misteri, le ipotesi

La Toscana è terra tranquilla e civile da tempo immemorabile, ma quando il suo *animus* criminoso si scatena è una terra che pecca con oscura, tremenda e anche misteriosa crudeltà. Il caso del mostro di Firenze ne è prova emblematica e tuttora inconclusa. Ripercorrere dunque i grandi delitti accaduti in questo dopoguerra, che vuol dire ormai mezzo secolo, significa ricostruire i contorni di una segreta vocazione criminale nelle sue espressioni più atroci e significative.
Ma i delitti ricostruiti in questo libro, con nuovi particolari e perfino nuove ipotesi, sono anche una forte pagina di costume e un capitolo della nostra storia collettiva. Per la loro singolarità e ferocia — tranne alcuni casi addirittura paradossali o tragicomici — questi delitti sono ancora vivi nell’immaginario collettivo e alcuni sono passati addirittura in forma proverbiale.
L’Autore, uno dei più noti cronisti di «nera» d’Italia, ha riaperto le cronache e gli atti giudiziari di ogni caso e ha «riletto» con inedita cura ogni particolare e ogni ipotesi. Ne risulta un racconto sempre avvincente e a volte sconcertante nelle sue conclusioni.

Nato a Sant’Angelo in Vado, presso Urbino, quarantaquattro anni fa, Mario Spezi alterna su «La Nazione» cronache giudiziarie e di costume a disegni di satira e caricatura.
Come cronista giudiziario ha scritto «il Mostro di Firenze» (edizioni Sonzogno), cioè il caso più clamoroso fra i tanti che ha seguito per il quotidiano fiorentino.
La sua splendida matita l’ha portato invece sulle pagine del Satyricon di «Repubblica», a Forte dei Marmi (una personale nel 1981 nella Rassegna della Satira Politica). Poi in Gran Bretagna (ha illustrato Tales from the tennis court), alla fiorentina Galleria Pananti per la rassegna Humour in bottiglia, a Fumettaria (in compagnia di Angese, Bonvi, Crepax, Manara, Staino e altri), alla Galleria Teorema di Firenze dove, nel 1980, mescolando i campi della sua attività, tenne con successo una mostra di caricature dedicate a personaggi del Foro fiorentino. Nel 1988 ha pubblicato il libro «Ritratti distratti», ennesima prova delle sue rare qualità di caricaturista.

Progetto grafico e copertina: Antonio Tassinari.

Only registered users can download this free product.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Delitti in Toscana. Le verità, i misteri, le ipotesi”